Il doppio significato di carato

Il doppio significato di carato

da | Dic 23, 2019 | Consigli Utili | 0 commenti

Parecchie volte i clienti mi chiedono il significato di carato in relazione sia al metallo prezioso che alle gemme.

Il termine carato, che nell’arabo antico significa ventiquattresima parte, affonda le sue radici nei semi di carrubo che in passato venivano utilizzati per pesare le pietre preziose.

Oggi il termine carato identifica l’unità di misura del titolo dell’oro.

Cioè… Mi spiego meglio!!

L’oro puro è 24 carati, mentre il titolo commerciale nazionale con cui si realizzano la maggior parte dei gioielli è il 18 carati, che contiene 18 parti di oro puro su 24. Infatti nei gioielli in oro 18 carati troviamo il punzone 750 che esprime, con il sistema decimale, 750 parti di oro puro su 1000.

Da dove nasce allora la confusione?

Il carato è anche l’unità di misura del diamante che equivale a 0,20 grammi.

Dunque con la caratura indico non solo il titolo dell’oro ma anche il peso del diamante e di conseguenza la dimensione.

Si utilizza inoltre il carato come unità di misura di tutte le gemme preziose.

Spero di essere stata chiara, ma se avete ancora qualche dubbio, scrivete pure!

 

A presto

Giulia

Ultime dal blog